Nome:Xipe
Affiliazione:Imperiale
Status Attuale:Sotto occupazione Ralt

INFORMAZIONI ASTROGRAFRICHE

Settore: 75
Posizione nel Sistema Stellare: 4° Pianeta
Lune: Totec.
Distanza dalla Terra: 52 anni luce
Periodo di Rotazione: 427 giorni
Classe: Terrestre
Diametro Equatoriale:15.282 km
Atmosfera:Respirabile 22% Ossigeno 72% Azoto
Popolazione:1,5 miliardi (prima dell’Invasione Ralt)
Superficie ricoperta dall’acqua: 60%

Descrizione fisica:Il Pianeta ha tre massi continentali che si sviluppano quasi parallele in direzione est ovest, di cui due abitabili e una polare circondate da mari. Il continente settentrionale è chiamato Nahuatlia mentre il meridionale Teuctinia. Nell’oceano orientale si trovano le due grandi isole di Tizoc e Motecuzoma. Il Continente di Nahuatlia è occupato quasi interamente da una vasta area pianeggiate delimitata ad est dalla catena montuosa dei Tlaxcali e a ovest da quella dei Tehuatechi. La pianura è solcata da diversi fiumi che scorrono principalmente da nord a sud, il più importante dei quali è il fiume Nod che nasce dal lago Tehotihuacan per poi sfociare con un estuario al mare non lontano dall’isola di Milacas. Altri fiumi importanti sono il Mesili, e il Vesoni.
Teuctinia, ha un orografia più varia ed è divsa in due dalla catena montuosa dei Texcalipoca, a nord del quale si trova il deserto di Quetzal.

Flora e Fauna: Xipe è un pianeta dalla fauna ricca e varia, con una natura rigogliosa e a causa della sottopopolazione vaste aree specie di Teuctinia sono praticamente incontaminate. Gli animali principali sono gli Hansen, che gli umani hanno imparato ad allevare per la carne, i turangidi, rettili aquatici che popolano sopratutto il fiume Nod, il tribolo xipiano,un rettile tripode dal corpo coperto di piumee occhi indipendent, il miser, un piccolo roditore, e il gatto xipiano. Il principale predatore del pianeta è il Malister, un grosso uccello bibede con il becco pieno di denti affilati A queste specie si sono aggiunte diverse specie importate dagli umani quali, mucche e altri animali da pascolo e cani e gatti. La flora è anch’essa varia con diverse migliaia di piante tra cui gli alberi Sert, che sono piuttosto ricercati dall’industria imperiale per i mobili.

Cenni Storici: Xipe è stato il 75° pianeta ad essere stato incorporato nell’Impero. Viene scoperto nel 447 DPI poco tempo prima che il Consiglio di Reggenza decretasse il blocco dell’esplorazione spaziale. Tuttavia le evidenze archeologiche, sopratutto sull’isola di Micalas, hanno evidenziato l’esistenza di una civiltà pre esistente con la scoperta di resti di edifici di grosse dimensioni in pietra gialla, non è stata trovata alcuna traccia di linguaggio o altri manufatti, per cui al momento di questa misteriosa civiltà si ignora persino il nome.Dato il clima favorevole, e la particolare fertilità del suolo, il pianeta viene colonizzato rapidamente e al momento dell’Invasione Ralt ha raggiunto una popolazione di 1,5 miliardi di umani, concentrati per lo più nel continente di Nahuatlia. L’economia planetaria si basa essenzialmente sull’agricoltura con pochi impianti industriali dedicati per lo più alla lavorazione di prodotti alimentari concentrati attorno alla capitale Asimov.

Suddivisioni Amministrative: Il Pianeta segue a sistemazione amministrativa standard imperiale, ed è diviso in 32 prefetture la cui suddivisione è stabilita in base alla popolazione. Le principali sono quella di Asimov e quella di Milacas. Ogni prefettura è poi suddivisa in un numero variabile di distretti, che vanno dagli 12 di Milacas ai 27 di Tizoc.

Centri Principali: Data la Colonizzazione relativamente recente il pianeta ha solo due centri principali. Asimov la capitale e centro amministrativo con una popolazione di circa due milioni di persone è la città più popolosa, e Vissosta sull’isola di Milacas con una popolazione di circa un milione di abitanti. Le altre capitali prefettizie hanno tutte meno di 100.000 abitanti. Il resto della popolazione vivono sparsi in migliaia di piccoli centri o in fattorie agricole.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>