Rah’hialt

GENERALITA’

Nome:Melaat
Razza:Rah’hialt
Luogo di nascita:Seleme’sosit
Età (Alla prima apparizione):30

ASPETTO FISICO
E’ un tipico esemplare di guerriero Rah’hialt, alto 2,01 metri con la pelle grigia e gli occhi verde scuro.

CARATTERE:
Molto religioso, crede fermamente nel Dio e nei suoi precetti.

CARRIERA
18° Guerriero nel 1919° Scaglione mobile.

BACKGROUND
Famiglia:Sposato con Misturat, tre figli Melistia, Melcor, Melees.

VITA PASSATA.
Nasce su Seleme’sosit è figlio di Melumog, un guerriero al servizio della famiglia Sosutrek. É il quarto figlio e si dimostra immediatamente portato per il suo ruolo di guerriero anche se i suoi istruttori faticano a distoglierlo da un certo grado di introspezione. Raggiuntà la maturità entra a far parte della Casta e viene assegnato alla sua unità in cui rimane fin dall’inizio della guerra contro gli uh’man. Poco dopo l’inizio della guerra sposa su indicazione di suo padre Melistia, ottenendo in dote oltre 1000 contadini cosa che una gli consetirà una volta avuti cinque figli di salire di rango all’interno della gerarchia feudale.

ISS INDOMITABLE

GENERALITA’

Nome:ISS Indomitable

Numero di Registro: SC271

Tipologia:Incrociatore stellare classe Invincible

Produttore: Cantieri stellari di Adranos

ASPETTO FISICO

Altezza: 225 metri

Lunghezza: 1521 metri

Larghezza: 556 metri

Armamento principale: 8 batterie binate di cannoni al Plasma Grumman 650. 4 Batterie Binate di cannoni a impulsi ionici Mercure.

Armamento Secondario; 8 tubi lanciasiluri protonici a prua e 4 a poppa. 32 batterie anticaccia con cannoni a impulsi.

Autonomia:Un anno senza necessità di avere rifornimenti

Propulsione:Propulsione FTL a curvatura spaziale di 4a classe

Equipaggio: 7852

CARATTERISTICHE GENERALI:

Gli incrociatori sono navi studiate per ottenere la superiorità nelle battaglie stellari. Sono navi potenti che fungono spesso da fulcro di flottiglie e formano la spina dorsale della Flotta Astrale Imperiale. La Classe Invincible, è una delle ultime entrate in servizio, a differenza delle classi più vecchie sono dotate di una maggiore copertura anticaccia e imbarcano un 3 squadriglie da caccia (invece delle normali due) e due da bombardamento, per un totale di 100 velivoli.

Kamal Dawoud

GENERALITA’

Nome:Kamal Dawoud
Libri di Apparizione:L’equinozio di Xipe
Razza:Umana
Luogo di nascita: Yamuna (Sarasvathi) Clinica di Popolamento
Età (Alla prima apparizione):29
Status Attuale:Pilota della Squadriglia Rabbit

ASPETTO FISICO
Kamal è un uomo tarchiato con la fronte bassa, gli occhi neri e i capelli dello stesso colore tagliati corti. Ha il naso schiacciato e una piccola piccola e carnosa
CARATTERE:Estroverso, donnaiolo, non ha mai messo in dubbio perchè è un pilota da combattimento ne la moralità o meno delle sue azioni.

CARRIERA
Lavoro:Pilota di caccia stellare
Istruzione:Scuola di volo dell’Accademia della Flotta

BACKGROUND
Famiglia:Nessuna
Amici:Paul Pread
Rapporti sentimentali:Vari su molti pianeti

VITA PASSATA: Nasce in una clinica di popolamento su Sarasvatthi, viene educato per essere un pilota di caccia e superata la scuola di volo viene assegnato alla squadriglia rabbit. Totalizza 40 nemici abbattuti. Ha continue relazioni con varie donne senza mai niente di più serio di una botta e via.

Impero Umano

GENERALITA’

Nome: Impero Umano

Affiliazione:Impero Umano

Specie:Umana

Motto: Ab Imis Fundamentis (A partire dalle fondamenta)

Storia:L’Impero Umano viene stabilito nell’anno 1 DPI (dalla proclamazione Imperiale) dopo la fine delle Guerre di Unificazione e la vittoria delle forze dell’Alleanza Mediterranea guidata da Alessandro Altavilla che diventa il Primo Imperatore. A causa delle devastazione subite dalla Terra durante il periodo Oscuro a seguito della terza guerra mondiale e della guerra meccanica, viene deciso di dare immediato impulso alla colonizzazione di pianeti extrasolari. Espandendo i confini dell’Impero che alla morte di Alessandro I nel 42 DPI conta già 16 pianeti. La Dinastia Altavilla si estingue nel 74 DPI a seguito dell’incidente di Marte. Il Nuovo imperatore è il Comandante del Dipartimento di Sicurezza che prende il titolo di Rodolfo I dando inizio alla dinastia Jones. Pochi anni dopo avrà inizio la Prima Guerra Barduki, contro quelli che nei successivi due secoli saranno i principali nemici dell’Impero. La guerra dura per quattro anni e si conclude con la vittoria Imperiale che acquisisce alcuni sistemi stellari portando il numero di pianeti a 30.nel 99 DPI alla Morte di Alessandro III la Guardia Imperiale proclama Imperatore Ahmed Idrisi Governatore di Marte. Una parte delle Flotta non riconosce il nuovo imperatore ma un attacco della Federazione Barduki ricompatta la situazione. La nuova Guerra finirà dopo sei anni. L’Impero entra in guerra con l’Oligarchia Tleilaxu nel 137 DPI dopo una disputa commerciale, la guerra a bassa intensità durerà per otto anni concludendosi con un sostanziale nulla di fatto. Nel 157 L’Imperatore Rodolfo II viene ucciso in un attentato su Asa da parte di indipendentisti locali, il cui movimento viene represso nel sangue, l’anno successivo interpretando la rivolta come un segnale di debolezza dell’Impero i Barduki attaccano nuovamente. Nel 161 un commando Barduki penetra nel palazzo imperiale uccidendo l’Imperatore Alessandro V, gli succede la Figlia Carlotta che due anni dopo guida personalmente la flotta imperiale alla vittoria su Horus e costringendo i barduki alla pace. Ha Inizio l’era Carlottiana un epoca di pace che darà impulso alle arti. Nel 182 dopo 19 anni di regno l’Imperatrice Abdica a favore del figlio Alessandro VI. Morirà 5 anni dopo. Nel 188 L’Imperatore da il via alla Grande Purga decine di migliaia di ufficiali dell’esercito e della flotta vengono giustiziati o mandati su Bedlam. Due anni dopo nel 190 la Guardia Imperiale si ribella uccide l’Imperatore e pone sul trono il fratello Minore Carlo, ma che è ancora minorenne, quindi viene costituito un consiglio di reggenza. Nel 198 l’Imperatore Carlo I assume i pieni poteri, e il suo primo atto è provocare una guerra di Aggressione contro i Barduki, la guerra va male specie grazie all’inettitudine dell’Imperatore e dei favoriti da lui nominati al comando. Una flotta Barduki riesce a penetrare nel sistema solare prima di essere sconfitta dall’Ammiraglio Fontaine, che in seguito viene sospettata dall’imperatore di avere delle mire sul trono e ne ordina l’esecuzione, la Guardia Imperiale si ribella e uccide l’Imperatore offrendo la corona all’Ammiraglio che accetta assumendo il titolo di Eleonora I. La Guerra prosegue ma con ben altra efficacia, nel 209 gli imperiali sbarcano su Barduk e dopo un anno di scontri nel 210 il pianeta viene sterilizzato. Inizia la “Grande Espansione” I 15 pianeti conquistati ai Barduki vengono liberati per la colonizzazione umana, e nei vent’anni successivi altri ventidue pianeti saranno aperti alla colonizzazione. Nel 224 l’Impero entra in contatto con la Colonia Perduta di Lakonia, cosa che porta alla Guerra Lakoniana e alla successiva annessione di Lakonia all’Impero. L’Imperatrice Eleonora muore nel 232 DPI. Nel 240 tramite i Tleilaxu l’Impero entra in contatto con i Veseni, che attaccano i Tleilaxu che a loro volta chiedono l’assistenza Imperiale, aiuto che viene concesso. La guerra finirà nel 246 con una sostanziale vittoria umana.Nel 247 DPI L’Imperatore Alessandro VII viene deposto dal fratello Giacomo con l’aiuto di elementi della Guardia Imperiale e dell’esercito, il suo primo atto è la denuncia del trattato con i Tleilaxu, e l’avvio di una guerra commerciale, che due anni dopo sfocerà in guerra aperta che durerà quattro anni finendo con un nulla di fatto. Nel 261 Muore Giacomo I sale al trono la figlia Eleonora II. Nel 264 la Marina tenta un colpo di stato, che viene represso molti ufficiali sono condannati a morte o mandati su Bedlam. Nel 265 l’Imperatrice muore improvvisamente sale al trono il figlio Antonio, ma la sorella Eleonora fugge nel Regno Hylerets e si proclama Imperatrice. Nel 270 tre sistemi stellari si schierano con Eleonora è l’Inizio della Guerra degli Eredi guerra che terminerà tre anni dopo con la morte dell’Imperatore sul campo di battaglia. Nel 275 l’Imperatrice trasferisce due pianeti al Regno Hylerets come compenso per l’aiuto in guerra.La Guardia Imperiale depone l’Imperatrice in favore del figlio Alessandro VIII si costituisce un consiglio di reggenza. Il regno attacca l’Impero ha inizio una guerra che terminerà solo nel 280 con la vittoria imperiale. Seguono anni di relativa pace, fino al 437 quando con la morte di Alessandro IX senza eredi si costituisce un consiglio di reggenza, che però non nomina alcun imperatore e rimarrà in carica per i successivi settant’anni.

Cultura e Società:

Governo:Nella sua concezione originaria l’Impero è una Monarchia Costituzionale, con il monarca depositario del potere esecutivo, mentre il potere legislativo è devoluto ad un parlamento Imperiale eletto a suffraggio Universale. Il Potere Giudiziario è invece in mano alla Procura Superiore Imperiale. Con il passare del tempo l’Autorità Imperiale si è fatta sempre più forte a scapito del parlamento che in diverse occasioni è stato praticamente esautorato. Con l’Istituzione del Consiglio di Reggenza, il consiglio si è arrogato i poteri Imperiali conglobando in se nel 516 anche quello legislativo dopo lo scioglimento del parlamento e la sua sostituzione con un Senato Imperiale non elettivo con una funzione puralmente consultiva.
L’Impero è suddiviso in 82 pianeti ognuno dei quali è retto da un governatore nominato dalla Terra su segnalazione del parlamento locale.

Società:L’Impero ha una popolazione di circa 850 miliardi di abitanti, tutti umani, e circa 12 miliardi di Serf. Una parte consistente degli umani è nata nelle Cliniche di Popolamento, strutture create appositamente per aumentare il numero di umani disponibili per la colonizzazione e per le forze armate.

Forze Armate:Le Forze Armate Imperiali si articolano sull’Esercito Imperiale, incaricato dei combattimenti sulla superficie planetaria e sulla Flotta Astrale Imperiale che si occupa del combattimento Spaziale. IL Servizio Militare è Obbligatorio e dura tre anni, che possono essere aumentati in caso di guerra. Ogni Cittadino Imperiale ha il diritto di chiedere l’ammissione all’Accademia Ufficiali, chi non viene ammesso effttuerà il servizio come soldato semplice. Alla Conclusione del servizio di leva ogni cittadino che non abbia subito sanzioni disciplinari può entrare all’università a spese dello stato, o ricevere un appezzamento di terra su qualche pianeta, oppure un corrispettivo in denaro, oltre a ciò in caso di guerra ogni veterano riceverà una pensione.

Religione: L’Impero è ateo, nessuna religione è riconosciuta e non è ammesso l’insegnamento religioso nelle scuole. Tuttavia ognuno è libero di seguire qualunque credo religioso voglia purchè questo non contrasti con le leggi dell’Impero.

Famiglia: In base alla Costituzione Imperiale, la Famiglia è il nucleo base della comunità umana. Ogni cittadino umano ha l’obbligo di fare almeno due figli, per contribuire alla crescita imperiale, chi ne ha di più ha diversi vantaggi e sgravi fiscali oltre a varie facilitazioni sul lavoro, si può donare il proprio materiale genetico per le Cliniche di Popolamento. Il Matrimonio, è un rito civile ed entrambi i coniugi hanno diritto a richiedere il divorzio che viene concesso dopo un esame da parte delle autorità civili. Fermo restando l’obbligo dei due figli o della donazione genetica le coppie dello stesso sesso sono ammesse al pari di quelle normali.

Riti e Tradizioni:L’Impero è una realtà complessa ognuno dei mondi che compongono la comunità Imperiale ha sviluppato riti e tradizione proprie, si rinvia quindi alle voci relative ad ogni popolazione planetaria per ulteriori informazioni. Alcuni riti sono tuttavia comuni, i riti funebri avvengono per cremazione, un retaggio del periodo delle guerre meccaniche. Il corpo viene adagiato su delle pire e bruciato all’aria aperta, spesso in cerimonie pubbliche nel caso di personalità importanti, o altrimenti in crematori. Le date principali del calendario sono il Capodanno terrestre, (ogni pianeta segue ovviamente un suo calendario basato sulla sua rotazione, ma negli atti ufficiali si segue quello terrestre) La Giornata del ricordo (22 Marzo Festa in memoria dei caduti nelle guerre Meccaniche), Festa delle Forze Armate (15 Maggio) La Festa dell’Impero, (11 Novembre Data di Proclamazione dell’Impero).

Arti: La costituzione imperiale protegge le arti in ogni loro forme, purchè non contrastino la legge imperiale. Le arti principali nel periodo Consiliare, sono essenzialmente olografiche, e queste hanno una grande importanza negli apparati di propaganda specialmente per quello che riguarda l’Olocinematografia

Istruzione: L’Istruzione Imperiale è gratuita e obbligatoria fino ai 18 anni di età e si suddivide in tre livelli di quattro anni ognuno, uguali per tutti. Nelle scuole imperiali viene data grande importanza all’attività fisica intesa come preparatoria alla vita militare. Il sistema Universitario è gratuito per chi ha completato i tre anni di servizio militare obbligatorio, a pagamento per gli altri, in età consiliare il diritto all’istruzione universitaria viene sempre più messo in discussione a causa del suo costo.

Sistema Sanitario: La Sanità è gratuita nelle strutture sanitarie pubbliche, negli ultimi tempi a causa del costo sempre maggiore della guerra, alcune terapie sono state classificate come a pagamento.

Economia: L’Economia Imperiale si regge su una diarchia tra un settore industriale pubblico e uno privato in rapida espansione negli ultimi anni, con la privatizzazione di vasti ambiti produttivi in precedenza di esclusiva proprietà statale. L’Intero sistema è controllato dal Ministero dell’Economia che dirige la Banca Centrale Imperiale. Il Settore Primario è essenzialmente privato con miliardi di piccoli proprietari terrieri che detengono circa il 30% delle proprietà agricole mentre il resto è di alcune enormi compagnie agricole.

Valeria Antares

GENERALITA’

Nome:Valeria Antares

Libri di Apparizione:Xipe.

Razza:Umana

Luogo di nascita:Eurota, Lakonia

Età (Alla prima apparizione):28

Status Attuale:

ASPETTO FISICO

E’ una donna alta un metro e settanta, con gli occhi color ambra e i capelli neri e lunghi mossi appena sotto le spalle, il volto è ovale con un naso regolare, la bocca è piuttosto piccola e carnosa ha un fisico armonioso con il seno abbondante senza essere eccessivo.

CARATTERE:Ha abbandonato il suo pianeta per unirsi alle forze regolari imperiali, mettendosi così in contrasto con suo padre e con il resto della comunità lakoniana, tuttavia si sente ancora profondamente legata alle tradizioni del suo pianeta. Caratterialmente è una donna pronta a mettere in gioco se stessa per quello in cui crede, tiene molto al benessere dei suoi uomini.

CARRIERA

Lavoro:Comandante della 2a Compagnia del 112° Reggimento Fucilieri

Istruzione:Accademia Militare. Scuola di fanteria

BACKGROUND

Famiglia:Diomedes (Padre)Brasida (nonno+)Ermione (madre+) Agide (fratello+)

Amici:Jeanne Marchand, Pjotr Pavlov

Rapporti sentimentali:John Hunt

VITA PASSATA.

Nasce su Lakonia da una famiglia legata alle tradizioni planetarie, è la secondogenita di Diomedes Antares capo dell’Omonimo Clan stanziato nella valle del fiume Eurota. Ha un infanzia normale secondo i canoni Lakoniani, a 6 anni inizia a dormire fuori all’aperto nelle sere d’estate e ad imparare i primi rudimenti del combattimento. A 13 anni viene promessa in sposa a Dienekes Losterman, figlio primogenito di un ricco clan vicino. Due anni dopo all’inizio della guerra contro i ralt suo fratello Agide muore in combattimento, con il Primo Lakoniano. A 18 anni dopo un litigio con il padre abbandona Lakonia ed entra nell’accademia imperiale decidendo di far parte delle unità regolari dell’Impero e non di quelle lakoniane. Si diploma con lode e viene assegnata al 112° Reggimento Fucilieri della 4a Divisione Corazzata.

Star Wars Episodio VIII:L’ultimo Jedi

Un buongiorno a tutti voi, ho deciso di scrivere una recensione all’ultimo film di Star Wars, vuoi perchè sembra essere diventato il nuovo sport nazionale, vuoi perchè da fan della saga non penso di potermi completamente esimere, la recensione conterrà SPOILER quindi proseguite a vostro rischio e pericolo.
Premessa per chi non mi conosce, Star Wars è la mia saga preferita cosa che mi ha portato negli anni a fare parte della 501st Italica Garrison, e in tempi oramai lontani a far parte del team di gestione di un Gioco di Narrazione, da quella esperienza anni dopo per vie traverse è nato l’Equinozio di Xipe.
Ho letto molte recensioni in questi ultimi giorni positive e negative, io per parte mia ho voluto aspettare di averlo visto per la terza volta, prima di pronunciarmi definitivamente. Ammetto candidamente che la prima volta non mi è piaciuto, sono convinto che fosse dovuto anche al fatto che complice la delusione di EVII sono entrato in sala già con la convinzione che non mi sarebbe piaciuto per cui ho visto solamente i difetti (molti) e non i pregi (pochi). Alla terza visione il giudizio si è un po modificato, MA a patto che ci si dimentichi degli altri sei film che formano la saga.

 

A mio modesto parere questo film soffre di due sindromi che potremmo chiamare quella dei GUARDIANI DELLA GALASSIA, e quella di STAR TREK (versione J.J. ABRAMS).
La sindrome de i guardiani della galassia è rappresentata dalle battute dal livello di comicità a volte demenziale che raggiunge picchi esagerati, è una sindrome pericolosa visto che deborda in luoghi dove non dovrebbe albergare, vedi Thor Ragnarock, attenzione non che Star Wars non fosse pieno di battute e momenti divertenti anche messi un po a casaccio (diventeremo tutti magrissimi: Han nel compattatore) ma avevano comunque un senso, qui le battute sembrano infilate a caso, più per cercare il risolino facile, con l’eccezione di quella di Luke con la foglia mentre spiega la Forza, i Porg sono gli esseri più odiosi dell’intero universo starwarsiano scalzando ampiamente ewok e udite udite Jar JAr perchè se non altro questi una funzione nella storia l’avevano, i Porg assolutamente no.

La Sindrome di Star Trek, è la voglia mica tanto nascosta di volere fare piazza pulita con il passato, se li Abrams cancellava allegramente tutta la timeline di Star Trek, qui il mantra è “abbandoniamo il passato” ripetuto un paio di volte da Kylo Ren, basta Jedi, basta Sith, immagine esemplificata dall’incendio dell’albero, di cui però il dialogo con Yoda rimane probabilmente la parte più alta del film. Mi permetto una piccola digressione, l’olocausto dell’albero sacro dei Jedi sembra tanto figlia del nostro tempo in cui si abbattono statue “scomode” per motivi politicamente corretti, ecco l’incendio di quell’albero è un modo semplice di voler metaforicamente cancellare l’intero passato starwarsiano. Sono alquanto convinto che la trilogia dei sequel, sia più che altro un tentativo mascherato di remake, ipotesi che il ripetersi di situazioni già viste non fa che confermare, che sa stata portata avanti in questo modo proprio vista l’impossibilità di realizzare un remake vero e proprio, così si è in pratica proceduto a reimagginare l’intero universo, rinnovandolo almeno in parte graficamente ammantandolo di un sequenzialità che sembra alquanto forzata.

 

Dal punto di vista tecnico non c’è nulla da dire, la regia è ottima ti tiene li per le due ore e mezza del film, la scena dell’esplosione della nave di Snoke è spettacolare, stessa cosa per sonoro, scenografia, nulla da dire, i problemi sono altrove e sono alla base, ovvero nella storia di per se. Nonostante ciò sono riuscito a trovare degli spunti interessanti,naturalmente assai poco sfruttati che tuttavia gettano una nuova luce all’universo di SW: Esistono i disertori anche fra i ribelli, Rose lo dice chiaramente “ho stordito tre persone che volevano disertare ” negli altri film lo spirito di sacrificio e dedizione dei ribelli e’ totale sono disposti a farsi massacrare sul posto per la causa, qui no, questo avrebbe meritato qualche parola in più. I mercanti d’armi che vendono materiale bellico ad entrambe le fazioni, altro elemento interessante che avrebbe meritato uno sviluppo migliore, chi ha interesse che la guerra prosegua? Hanno contribuito alla creazione del primo ordine? domande senza risposta, Infine il costo della guerra, le perdite, la frase con cui Leia rinfaccia a POe la morte dei piloti è da manuale. Ma adesso due parole sui personaggi.

 

LUKE e LEIA: I gemelli Skywalker sono probabilmente i personaggi migliori del film, lui comprensibilmente disilluso, dopo che ha visto il suo mondo crollargli addosso, e altrettanto comprensibilmente terrorizzato all’idea che se addestra qualcun altro possa diventare come Ben Solo, bellissima la morte di Luke con la musica di Binary Sunset e i due soli sullo sfondo, una delle poche scene che mi hanno emozionato fin dalla prima visione. Leia in versione matrona tiene in piedi una ribellione che sembra sul punto di sfasciarsi (complice anche un Poe alquanto anarchico).  Scena alla Mary Poppins a parte ovviamente che è insensata e irritante.

Rey : Vagamente sottotono, la sua storiellina è alquanto standard, continua a sfuggirmi il senso dei dialoghi con Kylo Ren (unica funzione quella di dare a Rey la speranza di redimerlo e replicare la scena di EVI) Avrà il compito di ricreare l’ordine Jedi dopo un corso di tre giorni e tre lezioni, auguri.

Kylo Ren: Se non altri si è tolto la maschera e ha smesso di scimmiottare Vader, iroso, più complesso che nel primo, rimane tuttavia alquanto enigmatico, e continua a non convincere pienamente come cattivo, da rivedere.

Finn e Rose: Da coprotagonista del primo a comparsa di questo, la sua storyline, inutile e che avrebbe potuto avere conseguenze letali per la ribellione, è però la parte più fresca di questo film, con gli spunti interessanti detti più sopra, sospetto che il marketing della Disney abbia stabilito che la coppia interrazziale Orientale-Africano, funzioni meglio che quella Caucasico-Africano.

Poe: Ha più spazio che nel primo film, in cui la sua utilità terminava con la fuga con Finn, e mal gliene incoglie, uomo dal grilletto facile, lo è per davvero, il suo senso di disciplina è pari a zero, per un risultato di prestigio rischia di fare distruggere la nave che rappresenta l’intera resistenza, e non contento una volta degradato,ci riprova mettendo in piedi una missione segreta, senza comunicare nulla ai suoi superiori, appare evidente che sarà lui a guidare la ribellione nel prossimo film, vincerà ma solo perchè i suoi nemici sono più stupidi di lui.

Hux, Phasma e Snoke: L’Universo di Guerre Stellari non ha mai brillato particolarmente per la genialità delle tattiche di combattimento o per l’abilità dei suoi comandanti. Hux raggiunge però delle vette di incompetenza francamente imbarazzanti e viene da chiedersi dove abbia preso i gradi, forse nelle patatine? Il Generale Pringles all’inizio si fa incartare in un assurdo scambio di battute di bassa lega con Poe invece di spazzarlo via dal cielo immediatamente, il comandante della Dreadnaught, lascia alquanto intendere che il ritardo nel lancio dei caccia di copertura sia sua, di conseguenza la perdita della nave ricade sotto la sua responsabilità.Non Contento pur avendo a disposizione sei Star Destroyer oltre che alla nave di Snoke, quindi diverse migliaia di TIE pronti all’uso, non li scaglia contro le navi ribelli oramai in difficoltà e PRIVE DI SUPPORTO DAI LORO CACCIA dopo che Kylo ha imitato il nonno sparando due siluri dritti nell’hangar principale, perchè non può fornirgli copertura. Ora dal momento che quelle sono le ultime navi ribelli, e tolte via quelle la guerra finirebbe, e tenuto conto che l’Impero non ha mai dimostrato un particolare interesse nelle perdite umane e materiali, al diavolo la copertura, buttagli contro tutto quello che hai, mal che vada distruggi i motori e li finisci a cannonate invece di passare 16 ore a fare il tiro al bersaglio. Il nostro generale Pringles infine non prende nemmeno in considerazione l’ipotesi di fare convergere altre navi facendole saltare DAVANTI la flotta nemica, che sta viaggiando su una rotta ben definita e a velocità costante, cosa che renderebbe alquanto facile calcolare dove fare arrivare le nuove navi. Infine Pringles scatena tutta la forza aerea rimasta  nelle terga del Millennium Falcon lasciando le truppe di terra senza copertura, un genio. Vader lo avrebbe strangolato all’inizio del film. Phasma, personaggio inutile come sprecare una brava attrice. Snoke, boh sembrava l’emulo dell’imperatore muore da stupido, lasciandoci nell’ignoranza di chi è da dove viene, il fatto che anche di Palpatine non si sapeva nulla non regge perchè all’epoca c’erano solo i film e solo quelli a fare da riferimento, non storie su storie e un universo coerente. Mah.

In conclusione Episodio VIII si pone un gradino sopra il suo predecessore guadagnando il penultimo posto nella classifica dei film di SW (e ci riesce solo perchè ha tratti ha mostrato cenni di originalità che mancava completamente a EVII) ma siamo lontani anni luce da Rogue One che rimane il miglior film di SW degli ultimi vent’anni.

Punteggio 5 su 10

 

 

John Hunt

GENERALITA’

Nome:John Hunt

Libri di Apparizione:Xipe.

Razza:Umana

Luogo di nascita:Nuova Akragas, Adranos

Età (Alla prima apparizione):27

ASPETTO FISICO: E’ un uomo alto un metro e 85, con capelli neri tagliati corti e occhi castano scuro, ha una corporatura media, non particolarmente muscolosa.

CARATTERE:E’ un’uomo dal carattere riflessivo, pacato. Onesto e Leale, tendenzialmente diffidente e di carattere chiuso con chi non lo conosce.Nasconde una poca fiducia in se stesso, e nelle sue capacità.

CARRIERA:

Lavoro:Comandante  del 4° Squadrone del 262° Reggimento Corazzato.

Istruzione: Accademia dell’esercito, scuola carristi.

BACKGROUND

Famiglia:Peter (Padre+) Viola (Madre) Sofia (Sorella) Giulia (Sorella) Marta (Sorella)

Amici:Jeanne Marchand, Pjotr Pavlov, Elizabeth Sharpe

Rapporti sentimentali:Valeria Antares

VITA PASSATA.

Nato nel 492 DPI su Adranos, è l’ultimogenito della famiglia, cresce in un ambiente sereno fino a quando a 8 anni di età il padre muore in circostanze mai del tutto chiarite. A 18 anni riesce ad entrare all’accademia Militare da cui esce con il grado di sottotenente tre anni dopo. Partecipa a diverse missioni di guerra su diversi mondi.