Sono trascorsi 517 anni da quando con la fine delle Guerre di Unificazione, l’umanità si è riunita in unico stato, L’Impero Umano. In questi cinque secoli le dinastie imperiali e le guerre si sono succedute, spingendo il genere umano su 82 pianeti. nel 437 DPI con la morte dell’ultimo imperatore della Dinastia Cordoba, le redini del governo sono state assunte da un Consiglio di Reggenza, che nonostante il nome non ha scelto alcun successore.

Dopo tutti questi anni le contraddizioni interne al sistema imperiale, che già avevano raggiunto il punto di crisi, nel 484, con la Rivolta di Daramulum e di altri 12 pianeti, rivolta repressa nel sangue dalle forze imperiali dopo due anni di guerra civile, stanno nuovamente iniziando ad emergere.

L’Impero è nuovamente in guerra contro la specie sanguinaria dei Ralt, una guerra che dura ormai da 13 anni e che ha fatto miliardi di vittime umane, ma dopo questo tempo la pace è oramai vicina, la domanda che però ci si pone è che cosa succederà dopo?

 

 

 

 

 

L’Equinozio di Xipe, edito da Leone Editore è il primo libro della serie de “I Frammenti dell’Impero”

Sono trascorsi cinquecento anni dalla proclamazione dell’Impero Umano, e l’umanità si è estesa su ottantadue pianeti. Dalla morte dell’ultimo imperatore, un corrotto consiglio di reggenza domina l’Impero, impegnato ora in una lunga guerra con una razza aliena, i ralt. Finalmente il momento della battaglia decisiva è vicino: tutto si giocherà sullo strategico pianeta di Xipe, invaso da anni dai sanguinari ralt. Fiduciosi nella vittoria, milioni di soldati umani si preparano allo scontro, e centinaia di navi della flotta imperiale stazionano in orbita. Mentre un’improvvisa tempesta ionica blocca le operazioni delle navi e impedisce l’uso dell’aviazione, le truppe di terra sbarcano sul pianeta. Anche i ralt, però, hanno i loro piani, e nelle trincee e nello spazio lotteranno strenuamente per ottenere il successo.